IL CUORE RISIEDE NEI LEGAMI

DAVID VERNAGLIONE - RUFA

“- Se ti squarcio il petto, lo posso vedere lì dentro?
Se ti spacco il cranio, lo posso vedere lì dentro?
Voialtri umani pronunciate questa parola con estrema facilità, come se…
Ah, è così… capisco adesso… Allora è questo…
E’ qui… E’ ciò che stringo nel palmo di questa mano…
Il cuore -”

Il cuore di una persona vive nei legami che crea. Non si identifica nel petto, nella testa, nei pensieri.
Ogni volta che entriamo in contatto con qualcuno, che ci apriamo, che ci scontriamo, si crea un nesso, un legame. Li è racchiuso il cuore, è li che nasce. Ecco perché non bisogna essere soli.
E non bisogna morire soli. Senza legami, senza contatti, il cuore non esisterebbe.
Quella è la vera morte. Per me non esisterebbe niente di peggiore della solitudine.
Se anche un solo legame rimarrà anche dopo la morte, il mio cuore sarà racchiuso, sarà “ereditato” da chi ho conosciuto, chi si è aperto con me, chi ho amato.

 

Leave a Comment

Error: Please check your entries!
Back To Top