HARA-KIRI

HOPE JAPAN POSTER

Hope Japan Poster – Exhibition – 100 poster per aiutare il Giappone
Paolo Buonaiuto, con l’opera “Hara-Kiri” è stato selezionato tra i 100 finalisti al concorso internazionale Hope Japan Poster e sarà esposto in una mostra a Roma alla Casa dell’Architettura dal 14 al 24 giugno 2011.
Hara-Kiri significa letteralmente “taglio del ventre” e veniva eseguito, secondo un rituale rigidamente codificato, come espiazione di una colpa commessa o come mezzo per sfuggire ad una morte disonorevole per mano dei nemici. Un elemento fondamentale per la comprensione di questo rituale è il seguente: si riteneva che il ventre fosse la sede dell’anima, e pertanto il significato simbolico era quello di mostrare agli astanti la propria anima priva di colpe in tutta la sua purezza.
Il poster evoca la spinta dell’aria a causa della pressione dell’onda dello tsunami sulla delicatezza dell’equilibrio della vita raffigurato dal soffione. All’esistenza si sostituisce la radioattività. Alla bellezza la tragedia.
Il nemico è il nucleare e per sfuggire ad esso, ad una morte disonorevole, i responsabili della centrale nucleare di fronte al mare, dovrebbero sottoporsi al taglio del ventre.
Ma il Giappone, i giapponesi, vittime della catastrofe nucleare con le loro scelte sono tutti colpevoli scegliendo così di sottoporsi al Hara-Kiri.
Il progetto Hope Japan Poster nasce ad opera dell’Associazione senza scopo di lucro “Hope” e vuole essere un’iniziativa volta al sociale, come sociale è il ruolo primario della progettazione grafica, parafrasando il pensiero di noti maestri della professione.
In questo senso gli organizzatori hanno voluto indire un concorso di comunicazione avente come scopo primario quello di raccogliere fondi da destinare ai bambini giapponesi rimasti vittime dei tragici eventi dell’11 marzo 2011. L’intero ricavato sarà devoluto all’organizzazione umanitaria Save the Children Italia Onlus che, tra le altre cause, è attualmente impegnata in Giappone a dare sostegno alle migliaia di bambini rimasti letteralmente senza nulla dopo il terremoto e il conseguente tsunami.
Inaugurazione: martedì 14 giugno 2011 ore 18.00
Apertura mostra: dal 14 al 24 giugno 2011
Casa dell’Architettura
Piazza Manfredo Fanti, 47 – 00185 Roma

Leave a Comment

Error: Please check your entries!
Back To Top