Teoria, scienza del colore e sistemi di stampa

rufa_logo_color

Il Corso

L’applicazione del colore, in qualsiasi disciplina progettuale e espressiva è uno dei tempi più complessi, dato che non risponde solo ai fini decorativi, ma possiede anche un’intenzionalità e degli effetti estetici specifici. A ciò bisogna aggiungere un fattore psicologico, dato che un colore, e addirittura una sfumatura o una tonalità, provoca delle sensazioni precise e può costituire un fattore fondamentale nella valutazione di uno spazio o di un oggetto.

La psicologia del colore analizza e descrive la relazione di un colore con le emozioni da esso suscitate ed indica quegli stati d’animo che possono essere risvegliati. Ad esempio, il rosso viene associato alla forza, alla vitalità e alla sensualità. È un colore stimolante, ma dovuto al suo forte impatto visivo è preferibile utilizzarlo in superfici poco estese e all’interno di spazi che non siano destinati al riposo o allo studio. L’arancione, associato all’autunno, è un colore caldo e allegro, ma un uso eccessivo in combinazione con altri colori può creare un risultato troppo intenso. il blu trasmette serenità; il bianco, purezza e riposo e il verde, equilibrio e freschezza. Il nero è uno dei colori più complessi poiché il modo e il contesto in cui viene applicato costituiscono due aspetti molto importanti. Nell’ambito del disegno di prodotti e nella grafica, questo colore viene utilizzato per trasmettere eleganza e raffinatezza; tuttavia, nell’arredamento di interni e in architettura, tale eleganza può essere offuscata dai sentimenti di tristezza, malinconia o solennità che suscita.

In ognuna delle discipline della progettazione, il colore si applica in un modo diverso. Nel disegno industriale, generalmente si utilizzano colori vivaci e molto azzardati. Nell’arredamento di interni, nonostante al giorno d’oggi la gamma di colori sia sempre più varia, le tonalità neutre sono sempre state le più ricorrenti. Nel disegno grafico, e specialmente nella segnaletica, il colore è un fattore decisivo tanto come la tipografia. In questo modo, il contrasto tra due tonalità diverse fa in modo che un cartello o un segnale sia distinguibile e molto più facile da leggere.

Tramite l’applicazione del colore è possibile rivolgere l’attenzione verso ciò che si vuole evidenziare, sia con l’intenzione di focalizzare lo sguardo sulle tonalità più vivaci o, al contrario, sui volumi, sugli spazi e sui disegni più neutri attraverso un effetto contrasto. Nelle installazioni o nelle esposizioni questo mezzo offre numerose possibilità, dato che si tratta di uno degli strumenti più utili e versatili. Attraverso le combinazioni cromatiche o un elemento monocromatico, è possibile catturare l’attenzione dello spettatore e trasmettere una determinata idea. D’altra parte, le forme, l’illuminazione e i materiali scelti completano il concetto espressivo e/o artistico che si vuole esprimere.

Back To Top
error: Content is protected !!